AGENZIA DI VIAGGI E TURISMO

In queste pagine, è possibile verificare quali sono le autorizzazioni, le licenze o i documenti necessari per iniziare le più diffuse attività imprenditoriali e a quale Ente rivolgersi.
Si può effettuare la ricerca digitando un testo libero nel campo Ricerca per parola chiave oppure cliccando dall’elenco alfabetico la lettera iniziale dell'attività che interessa.
Nel caso in cui l'attività richiesta non fosse compresa nell'elenco o si volessero maggiori approfondimenti, si suggerisce di collegarsi all'applicativo nazionale ATECO, che è disponibile anche in ComUnica Starweb e consente ricerche per  "Elenco Attività", "Ricerca Attività" o "Ricerca Normative", indicando quali documenti o caratteristiche occorre possedere prima di iniziare legittimamente l'attività; nello stesso applicativo si trova anche il corretto codice ATECO/ISTAT della attività che s’intende iniziare.

Altre informazioni utili possono essere reperite:


Ricerca
- in ordine alfabetico

 

 

AGENZIA DI VIAGGI E TURISMO

Sono agenzie di viaggio e turismo le imprese che esercitano attività di produzione, organizzazione di viaggi e soggiorni, intermediazione nei predetti servizi o anche entrambe le attività, ivi compresi i compiti di assistenza e di accoglienza ai turisti, secondo quanto previsto dalla Convenzione internazionale relativa al contratto di viaggio (CCV) di cui alla Legge 27 dicembre 1977 nr. 108. Per effetto delle leggi-quadro per il turismo (Legge 17/5/1983 nr. 217 assetto globale alla disciplina del turismo e la Legge 29/3/01 n. 135 : riforma) le competenze amministrative inerenti a tali attività spettano alle Regioni, le quali dovranno emanare leggi e regolamenti seguendo le direttive generali della legge di Stato.

AUTORIZZAZIONE Autorizzazione
ORGANISMO: Provincia
LEGISLAZIONE: RD 773/31 artt. 11 e 115; RDL 2523/36; DPR 616/77 art. 58; legge quadro 217/83 art. 9; legge Reg. 12/87, Legge Regionale 27/1996
NOTE: L'attività deve essere iniziata entro 60 gg. dal rilascio definitivo della licenza. N.B. In base a Sentenza della Corte Costituzionale n. 362 del 28 ottobre 1998 con effetto dal 12/11/1998 non è più necessario richiedere autorizzazioni per le unità locali: vale quella della sede principale. Occorre comunque documentare la Comunicazione presentata alla provincia per l'apertura delle altre filiali.
[ultimo aggiornamento: 23-10-2001]