ALIMENTARI E BEVANDE

In queste pagine, è possibile verificare quali sono le autorizzazioni, le licenze o i documenti necessari per iniziare le più diffuse attività imprenditoriali e a quale Ente rivolgersi.
Si può effettuare la ricerca digitando un testo libero nel campo Ricerca per parola chiave oppure cliccando dall’elenco alfabetico la lettera iniziale dell'attività che interessa.
Nel caso in cui l'attività richiesta non fosse compresa nell'elenco o si volessero maggiori approfondimenti, si suggerisce di collegarsi all'applicativo nazionale ATECO, che è disponibile anche in ComUnica Starweb e consente ricerche per  "Elenco Attività", "Ricerca Attività" o "Ricerca Normative", indicando quali documenti o caratteristiche occorre possedere prima di iniziare legittimamente l'attività; nello stesso applicativo si trova anche il corretto codice ATECO/ISTAT della attività che s’intende iniziare.

Altre informazioni utili possono essere reperite:


Ricerca
- in ordine alfabetico

 

 

ALIMENTARI E BEVANDE

[ultimo aggiornamento: 07-04-2005]

Deposito merci proprie

AUTORIZZAZIONE Autorizzazione sanitaria
ORGANISMO: A.S.L. competente
LEGISLAZIONE: Leggi regionali
[ultimo aggiornamento: 07-04-2005]

ESERCIZI DI VICINATO (Superficie fino a 250 mq)

AUTORIZZAZIONE Comunicazione (documentando requisiti morali e professionali)
ORGANISMO: Comune
LEGISLAZIONE: D.Lgs. 114/'98
NOTE: Apertura, trasferimento sede ed ampliamento della superficie degli esercizi di vicinato sono assoggettabili a comunicazione al comune decorsi 30 giorni dal ricevimento della comunicazione (silenzio/assenso). La denuncia di inizio attività al R.I. deve essere effettuata a partire dal 31° giorno.
[ultimo aggiornamento: 23-10-2001]

MEDIE E GRANDI STRUTTURE (Superficie oltre i 250 q e i 2500 mq)

AUTORIZZAZIONE Autorizzazione (dopo aver documentato requisiti morali e professionali)
ORGANISMO: Comune / Regione
LEGISLAZIONE: D.Lgs. 114/'98
[ultimo aggiornamento: 23-10-2001]

produzione e vendita

Ai fini della tutela della pubblica salute sono soggetti a vigilanza da parte dell'autorità sanitaria la produzione, il commercio e l'impiego: 1) delle sostanze destinate all'alimentazione; 2) degli utensili da cucina e da tavola; 3) dei recipienti per conservare le sostanze alimentari, nonché gli imballaggi e i contenitori esterni che pur non venendo a contatto diretto con le sostanze alimentari, per la natura di queste e per le condizioni di impiego, possono cedere i loro componenti alle sostanze stesse; 4) dei recipienti, utensili ed apparecchi, che possono venire a contatto diretto con le sostanze alimentari nelle normali fasi della produzione e del commercio; 5) dei prodotti usati in agricoltura per la protezione delle piante e la difesa della sostanza alimentare immagazzinata di cui al decreto del Presidente della Repubblica 3 agosto 1968 nr. 1255. Sono altresì soggetti a vigilanza da parte dell'autorità sanitaria: a) i locali, gli apparecchi e le attrezzature usati nelle varie fasi della produzione e del commercio delle sostanze alimentari; b) il personale addetto alla produzione, al confezionamento e al commercio delle sostanze alimentari; c) i mezzi adibiti al trasporto delle sostanze alimentari.
AUTORIZZAZIONE Autorizzazione sanitaria
ORGANISMO: Regione - Comune
LEGISLAZIONE: Legge 1939 n° 1112 - Legge 1962 n° 283 - Legge 1963 n° 441 - Legge 1965 n° 1367 - D.P.R. 1980 n° 327
NOTE: Inoltre: Per il commercio all'ingrosso - Possesso dei requisiti morali e professionali documentabili alla CCIAA con apposita modulistica (D. Lgs. 114/'98) Per il commercio al dettaglio - Comunicazione al Comune (silenzio/assenso 30 gg)
[ultimo aggiornamento: 23-10-2001]