Arbitrato

NORMATIVA ITALIANA - CODICE DI PROCEDURA CIVILE

Decreto Legislativo 2 febbraio 2006, n. 40. Modifiche al codice di procedura civile in materia di processo di cassazione in funzione nomofilattica e di arbitrato, a norma dell'articolo 1, comma 2, della legge 14 maggio 2005, n. 80. (G.U. n. 38 del 15-2-2006 Suppl. Ordinario n. 40).

Quadro sinottico modifiche al C.P.C.. nuovo e vecchio testo del codice di procedura civile a confronto

Legge 14 maggio 2005, n. 80. Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, recante disposizioni urgenti nell'ambito del Piano di azione per lo sviluppo economico, sociale e territoriale. Deleghe al Governo per la modifica del codice di procedura civile in materia di processo di cassazione e di arbitrato nonché per la riforma organica della disciplina delle procedure concorsuali. (G.U. n. 111 del 14-5-2005 Suppl. Ordinario n. 91).

Codice di Procedura Civile - Titolo VIII - Dell'arbitrato (artt. 806-840). Versione ante riforma (vedasi il decreto legislativo 2 febbraio 2006, n. 40 per il CPC riformato)

REGOLAMENTO DI ARBITRATO AMMINISTRATO DALLA CAMERA DI COMMERCIO

L'ARBITRATO

L'arbitrato (rituale o irrituale) è un procedimento stragiudiziale di carattere contenzioso nel quale le controversie insorte tra le parti, con il loro consenso, vengono devolute ad arbitri (collegio o arbitrato unico) per essere risolte con una decisione che, in caso di arbitrato rituale, è assimilabile ad una sentenza. (schema di un procedimento arbitrale)

STATUTO DELLA CAMERA ARBITRALE

Art. 1 - Finalità ed oggetto

E’ istituita presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Catanzaro e come emanazione della stessa  la Camera Arbitrale che ha per oggetto, lo sviluppo e la diffusione di strumenti di regolazione del mercato e di risoluzione alternativa delle controversie, con le seguenti funzioni:

a) offrire servizi di arbitrato rituale e irritale, di arbitraggio, di arbitrato rapido, di perizia contrattuale, sia di natura nazionale che internazionale;