Categoria 9

BONIFICA DI SITI 

Le imprese che intendono iscriversi alla Categoria 9 ( bonifica dei siti), secondo quanto disposto dal Comitato Nazionale dell’Albo con Delibera 005 del 19.12.2001, devono dimostrare di avere i seguenti requisiti: 

Responsabile tecnico

  • CLASSE A (oltre euro 9.000.000,00) CF+L+4aa/L+5aa
  • CLASSE B (fino a euro 9.000.000,00  ) CF+DU+4aa/DU+5aa/CF+L+2aa/L+4aa
  • CLASSE C (fino a euro 2.500.000,00) CF+5aa/D+5aa/L o DU+3aa
  • CLASSE D (fino a euro 1.000.000,00) CF+3aa/D+3aa/L o DU+2aa
  • CLASSE E (fino a euro 200.000,00) CF + 2aa/D+2aa/L o DU+1a

Legenda:
D = Diploma di Geometra o di Perito Industriale o di Perito tecnico o di Perito chimico o di Perito edile.
L = Diploma di laurea in Ingegneria o in Chimica o in Scienze Geologiche o in Scienze Biologiche
D.U.  = Diploma Universitario o laurea breve in Ingegneria o in Chimica o in Scienze Geologiche o in Scienze Biologiche
CF = Corso di formazione
aa = anni di esperienza maturata nei settori di attività comprovati con idonee attestazioni di esecuzione di interventi di bonifica, rilasciate dal committente o dalla stazione appaltante, per importo complessivo pari ad almeno il 40% del limite inferiore della classe richiesta per l'iscrizione

REQUISITI TECNICI

Elenco attrezzature

  1. air-line
  2. apparecchi di comunicazione
  3. aspiratori
  4. attrezzatura per rilievi geofisici
  5. attrezzature per escavazione
  6. attrezzature per prelievo campioni e loro conservazione
  7. autocarro
  8. autorespiratori
  9. miniescavatore
  10. campionatori
  11. centrifuga trasportabile per rifiuti/disidratatrice
  12. compressori
  13. elettropompe
  14. esposimetri portatili
  15. estintori
  16. estrattore
  17. filtri (per polveri, vapori,ecc.)
  18. generatoreportatile/carrellato
  19. gru manuale
  20. gruppo ditrattamento/filtraggio acque
  21. gruppo elettrogeno
  22. idro pulitrice
  23. impianto di depurazionereflui gassosi
  24. impianto di inertizzazione trasportabile
  25. impianto di ventilazione termico dotato di misurazione di esplosività in linea
  26. impianto fisso o mobile didisidratazione fanghi (comprensivo disistema di dosaggio di polielettrolita
  27. impianto mobile/fisso di trattamentorifiuti
  28. laboratorio fisso o mobile per analisi chimiche o geologiche
  29. lampade lampeggianti
  30. misuratore di gas interstiziale nei terreni
  31. muletto
  32. mezzi per movimento terra
  33. pompe
  34. protezioni individuali
  35. quadri elettrici mobili
  36. reggettatrice ad aria compressa per fusti
  37. sistema di triturazione fusti
  38. superfusti
  39. stazione di stoccaggioprovvisorio rifiuti e caricamento
  40. stazione fissa di trattamento
  41. transenne per delimitazione
  42. ultradoccia
  43. unità di decontaminazione
  44. unità di riscaldamento
  45. vaglio

Valore attrezzature

  • CLASSE A ((oltre euro 9.000.000,00) euro 1.136.205,00
  • CLASSE B (fino a euro 9.000.000,00  ) euro 981.268,00
  • CLASSE C (fino a euro 2.500.000,00) euro 413.166,00
  • CLASSE D (fino a euro 1.000.000,00) euro 232.406,00
  • CLASSE E (fino a euro 200.000,00)  euro 92.962,00
  1. II presente elenco deve ritenersi esemplificativo e non esaustivo delle attrezzature idonee.
  2. Le imprese devono disporre di attrezzature per un valore almeno pari a quello fissato per la classe di iscrizione. II valore delle attrezzature è dimostrato mediante apposita dichiarazione resa dall'impresa ai sensi dell'articolo 47 del decreto del presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 o mediante perizia giurala che attesti il valore reale delle attrezzature.

Con la domanda di iscrizione le imprese devono fornire una scheda tecnica, con descrizione e valore, per ciascuna attrezzatura. Devono, altresì, dimostrare la disponibilità delle attrezzature mediante il possesso di idoneo titolo giuridico che ne garantisca la piena disponibilità.

Per l'iscrizione nelle classi A, B e C, le imprese devono dimostrare di avere eseguito entro il termine dei sette anni che precedono la domanda d'iscrizione, interventi di bonifica o di aver partecipato ad operazioni parziali che hanno concorso ad un intervento complessivo di bonifica, per un importo complessivo non inferiore al 50% del limite superiore della classe per la quale si chiede l'iscrizione. Per la classe A il 50% è calcolato su un importo di euro 12.911.422,00.

Per l'iscrizione nella classe A deve essere stato eseguito almeno un intervento di bonifica per un importo non inferiore a euro 2.065.828,00.

Sono ritenuti idonei gli interventi di bonifica eseguiti regolarmente e con buon esito iniziati ed ultimati negli ultimi 7 anni che precedono la domanda d'iscrizione. L'esecuzione degli interventi di bonifica è documentata dai certificati di regolare esecuzione o di collaudo rilasciati dal committente o dalla stazione appaltante. I certificati di regolare esecuzione o di collaudo devono contenere una dichiarazione del committente o della stazione appaltante con la quale viene attestato che gli interventi di bonifica eseguiti sono stati realizzati regolarmente e con buon esito; se tali interventi hanno dato luogo a vertenze in sede arbitrale o giudiziaria, ne deve essere indicato l'esito.

L'importo degli interventi di bonifica è costituito dall'importo contabilizzato al netto del ribasso d'asta, incrementato dall'eventuale revisione dei prezzi e dalle risultanze definitive del contenzioso eventualmente insorto per riserve dell'appaltatore diverse da quelle riconosciute a titolo risarcitorio.

DI AVERE LA SEGUENTE DOTAZIONE DI PERSONALE

  • CLASSE A (oltre euro 9.000.000,00) 15
  • CLASSE B (fino a euro 9.000.000,00  )  12
  • CLASSE C (fino a euro 2.500.000,00) 8
  • CLASSE D (fino a euro 1.000.000,00) 6
  • CLASSE E (fino a euro 200.000,00) 2
  1. Per ogni cantiere in cui si eseguono interventi di bonifica ai sensi dell'art. 17 del decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22 deve essere prevista la figura di un responsabile di cantiere dell'impresa.
  2. Per l'iscrizione nella classe A, nella dotazione di personale devono essere ricompresi almeno: 1 laureato in Ingegneria; 1 laureato in Chimica o 1 laureato in Scienze Biologiche; 1 laureato in Scienze Geologiche.
  3. Per l'iscrizione nella classe B, nella dotazione di personale devono essere ricompresi almeno: 1 laureato in Ingegneria e 1 laureato in Chimica o  1 laureato in Scienze Biologiche o  in Scienze Geologiche.
  4. Per l'iscrizione nelle classi C e D, nella dotazione di personale devono essere ricompresi almeno: 1 laureato o in Ingegneria o in Chimica o 1 laureato in Scienze Biologiche o  in Scienze Geologiche.

DI AVERE LE SEGUENTI CAPACITA’ FINANZIARIE

  • CLASSE A (oltre euro 7.746.853,49) euro 1.807.599,00
  • CLASSE B (fino a euro 7.746.853,49) euro 1.032.914,00
  • CLASSE C (fino a euro 2.500.000,00) euro 258.228,00
  • CLASSE D (fino a euro 413.165,52) euro 77.469,00
  • CLASSE E (fino a euro 51.645,69) euro 33.570,00

Documentazione da esibire

  • modello di domanda in marca da bollo, firmato dal titolare/legale rappresentante dell’impresa
  • fotocopia di un documento di identità del titolare o del legale rappresentante
  • modello RT: un modello R.T. per ogni responsabile tecnico dell’impresa con l’indicazione delle categorie e classi per le quali viene assunto l’incarico
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio sottoscritta dal Responsabile Tecnico e dal legale rappresentante, relativa alla contemporanea attività svolta in qualità di responsabile tecnico corredata da dichiarazione di compatibilità dell’incarico presso più imprese
  • dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa dal legale rappresentante delle imprese presso le quali il responsabile tecnico ha maturato l’esperienza professionale richiesta: deve essere riportato espressamente lo specifico tipo di esperienza maturata, la qualifica ed il numero di anni
  • fogli notizie ( attrezzature e personale tecnico) relativi alla categoria di cui all’allegato “B” alla delibera n. 2 dell’11 maggio 2005.
  • documentazione relativa all’esecuzione degli interventi di bonifica dei siti (solo in caso di iscrizione alla classe A).
  • documentazione relativa alla dimostrazione della capacità finanziaria

Successivamente all’accoglimento della domanda, l’impresa deve presentare la polizza fideiussoria (Decreto 5 luglio 2005 - pubblicato sulla G.U. n. 217 del 17.09.2005) a garanzia del Ministero dell'Ambiente prestata, per conto dell'impresa richiedente l'iscrizione, da istituti bancari o società assicurative abilitate al rilascio di cauzioni o autorizzate all'esercizio del ramo cauzioni e quindi in regola con quanto disposto dalla legge 10 giugno 1982, n. 348;

 

DICHIARAZIONI AI SENSI DELL'ART. 85 DEL D.LGS 159/2005 (Codice antimafia)

1.    Autocertificazione antimafia A Modello di dichiarazione da utilizzarsi in sede di iscrizione e di rinnovo dell'iscrizione attestante la presenza dei soggetti di cui all'art. 85 del Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 159

2.    Autocertificazione antimafia B Modello di dichiarazione da utilizzarsi in sede di rinnovo e di variazione dell'iscrizione dei soggetti di cui all'art. 85 del Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 159

Modulistica