CUG - Comitato Unico di Garanzia

La Camera di Commercio ha costituito, con determinazione del Segretario Generale n. 143 del 13/11/2013, ai sensi dell’articolo 57 del D.Lgs. n. 165/2001 come modificato dall'art. 21 della legge 183/2010, il “Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni”, brevemente CUG, che ha sostituito i “Comitati per le pari opportunità e i “Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing” dei quali assume le funzioni previste dalla legge, dai contratti collettivi nazionali o da altre disposizioni.

Il Comitato ha composizione paritetica ed è formato da un componente designato da ciascuna delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative a livello di amministrazione e da un pari numero di rappresentanti dell’amministrazione.

Le linee guida sulle modalità di funzionamento sono state dettate con Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2011 che affida al CUG compiti propositivi, consultivi e di verifica per il conseguimento dei seguenti obiettivi:

a) Assicurare, nell’ambito del lavoro pubblico, parità e pari opportunità di genere, rafforzando la tutela dei lavoratori e delle lavoratrici e garantendo l’assenza di qualunque forma di violenza morale o psicologica e di discriminazione, diretta e indiretta, relativa al genere, all’età, all’orientamento sessuale, alla razza, all’origine etnica, alla disabilità, alla religione e alla lingua.

b) Favorire l’ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico, migliorando l’efficienza delle prestazioni lavorative, anche attraverso la realizzazione di un ambiente di lavoro caratterizzato dal rispetto dei principi di pari opportunità, di benessere organizzativo e di contrasto di qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale o psichica nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici.

c) Razionalizzare e rendere efficiente ed efficace l’organizzazione della Pubblica Amministrazione anche in materia di pari opportunità, contrasto alle discriminazioni e benessere dei lavoratori e delle lavoratrici.

Determinazione 143/2013 istitutiva del CUG

Regolamento interno

Piano triennale delle azioni positive

 

Riferimenti Normativi

  • D.Lgs. 165 del 30/03/2001 - Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche - art. 57
  • Dir. PCM del 04/03/2011 - Linee guida per il funzionamento del C.U.G.
  • Doc. CIVIT del 29/05/2013 - Modello per la realizzazione di indagini sul personale dipendente volte a rilevare il livello di benessere organizzativo e il grado di condivisione del sistema di misurazione nonché la rilevazione valutazione del proprio superiore gerarchico
  • D. Lgs. 150 del 27/10/2009 - Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni
  • Dir. Ministero Funzione Pubblica 23/04/2004 - Misure finalizzate al miglioramento del benessere organizzativo nelle pubbliche amministrazioni
  • Del. CIVIT n. 22 del 22/12/2011 - Indicazioni relative allo sviluppo dell'ambito delle pari opportunità nel ciclo di gestione della performance
  • D. Lgs. n. 151 del 26/03/2001 - Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53
  • D. Lgs. n. 196 del 23/05/2000 - Disciplina dell'attività delle consigliere e dei consiglieri di parità e disposizioni in materia di azioni positive, a norma dell'articolo 47 della legge 17 maggio 1999, n. 144
  • Direttiva P.C.M. - Dip. Funzione Pubblica 23/05/2007 - Misure per attuare parità e pari opportunità tra uomini e donne nelle amministrazioni pubbliche
  • D.L. 198 del 11/04/2006 - Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell'articolo 6 della legge 28 novembre 2005, n. 246

Link utili