REGISTRO ESERCENTI IL COMMERCIO - REC

Ai sensi dell’articolo 3 del decreto Legge 04.07.2006, n. 223, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 4 luglio ed in vigore dallo stesso giorno, convertito con modifiche nella legge n. 248 del 4 agosto 2006, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’11 agosto 2006, è abrogata la normativa inerente il Registro Esercenti il Commercio (REC). Pertanto, chi vuole avviare un’attività di somministrazione (bar, ristorante, pizzeria, birreria, catering, mense aziendali, somministrazione tramite apparecchi automatici) deve rivolgersi al Comune in cui intende esercitare l’attività.

L’obbligo di iscrizione al REC per l’esercizio del commercio nei settori alimentare e non alimentare è stato abolito già da anni con il decreto 114/1998 “Riforma della disciplina relativa al settore del commercio".

Il possesso dei requisiti morali e - per la somministrazione ed il commercio nel settore alimentare - anche dei requisiti professionali è accertato dal comune dove s’intende aprire l’esercizio.

L’accertamento dei requisiti per il commercio ingrosso è rimasto di competenza delle Camere di Commercio che vi provvedono al momento della denuncia dell’attività con la domanda d’iscrizione nel Registro Imprese.