REGOLAMENTO SULL'ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI

TITOLO PRIMO - DISPOSIZIONI GENERALI

  • Art. 1 - oggetto ed ambito di applicazione
  • Art. 2 - criteri generali di organizzazione
  • Art. 3 - criteri generali di gestione del personale

Art.1 - Oggetto ed ambito di applicazione

  1. Il presente regolamento disciplina i criteri e le modalità con cui si definisce e si manifesta l'organizzazione amministrativa, nonché le modalità di acquisizione, gestione e sviluppo delle risorse umane nella Camera di Commercio di Catanzaro, in conformità alle leggi che regolano la materia, allo Statuto dell'Ente ed ai contratti collettivi nazionali di lavoro di riferimento.
  2. Le azioni attraverso le quali si attua l'organizzazione amministrativa dell'Ente si manifestano tramite atti di organizzazione i quali disciplinano, sulla base del regolamento, l'ordinamento interno delle unità nelle quali si articola la struttura organizzativa.
  3. Gli atti di organizzazione sono adottati, secondo le rispettive competenze, dalla Giunta, dal Segretario Generale e dai Dirigenti.

Art.2 - Criteri generali di organizzazione

  1. L'organizzazione degli uffici e dei servizi è fondata sui principi contenuti nello Statuto.
  2. L'organizzazione è funzionale al soddisfacimento dei bisogni delle imprese, dei consumatori e , più in generale, della collettività del territorio, seguendone l'evoluzione nel tempo.
  3. I criteri che ispirano l'esercizio dell'attività di organizzazione all'interno dell'Ente sono:

    a) la distinzione tra le responsabilità di indirizzo e controllo e quelle di gestione e conseguimento dei risultati relativi ai programmi approvati dai competenti organi dell'Ente;
    b) la chiara individuazione di responsabilità e dei relativi livelli di autonomia con riferimento agli obiettivi ed alle risorse assegnate ai diversi livelli dirigenziali;
    c) la centralità delle esigenze degli utenti;
    d) la flessibilità organizzativa in relazione alle dinamiche dei bisogni dell'utenza ed alle relative modificazioni dei sistemi di erogazione dei servizi;
    e) la piena valorizzazione delle risorse umane;
    f) la costante valutazione dei risultati conseguiti in conformità ai principi di trasparenza ed economicità;
    g) lo sviluppo delle attività nell'ambito della rete integrata di servizi camerali nazionale ed europea.

Art.3 - Criteri generali di gestione del personale

  1. I processi di acquisizione, gestione e sviluppo delle risorse umane si ispirano ai seguenti criteri:
    • la trasparenza e l'efficacia delle procedure di reclutamento, selezione e sviluppo in termini di evidenza, snellezza e tempestività;
    • la flessibilità nella gestione delle risorse umane e l'ottimale distribuzione delle stesse, operata sulla base delle competenze e delle esigenze organizzative e nel rispetto dei contratti collettivi di lavoro;
    • lo sviluppo delle competenze e la valorizzazione delle professionalità dei dipendenti, garantendo a tutti pari opportunità, attraverso attività di formazione e processi di mobilità orizzontale tesi a delineare, anche sul luogo di lavoro, percorsi di costante crescita professionale del personale;
    • la pianificazione e la programmazione delle attività di reclutamento, selezione, sviluppo e mobilità del personale, in relazione ai compiti ed agli obiettivi periodicamente definiti.

back