VADEMECUM PER IL DEPOSITO DEGLI ATTI SOCIETARI

L’unicità del Registro delle Imprese e la sua natura integralmente informatica hanno reso necessario uno sforzo comune, perché si evitasse il consolidarsi di prassi differenti a seconda della camera di commercio presso cui deve avvenire il deposito di atti societari.

Il nuovo vademecum dei depositi è stato adottato da tutto il sistema camerale e sostituisce le precedenti guide. Nasce col dichiarato intento di assicurare una omogeneità di comportamenti ed indicazioni a livello nazionale: per ogni singola fattispecie esiste una sola modalità di adempimento, quale che sia l’ufficio del Registro Imprese presso cui occorre depositare gli atti.

Un passo avanti nel segno della semplificazione con la ferma volontà di evitare interpretazioni “personalizzate”, utili solo a creare disservizi alle imprese ed ai professionisti che le assistono.

Non ci sono, ovviamente, molte e/o grandi novità rispetto agli adempimenti già richiesti dall’ufficio, perché il vademecum rispecchia le norme di legge che disciplinano la materia. Qualche piccola differenza procedurale sul singolo adempimento potrà essere accettata in nome dell’uniformazione del Registro su tutto il territorio nazionale.

La scelta, anche questa condivisa, di dettagliare ogni singolo adempimento nelle diverse forme societarie dovrebbe agevolarne la consultazione, facilitando la ricerca della fattispecie che interessa:

Le istruzioni, contenute nel vademecum, danno indicazione anche dei modelli da compilare per gli adempimenti richiesti

  • attraverso l’applicativo starweb, programma dedicato per tutti gli enti destinatari della Comunicazione Unica, Agenzia delle Entrate, Camera di Commercio, INAIL, INPS

    ovvero
     

  • tramite applicativo fedra o prodotti compatibili per gli adempimenti per cui soggetto obbligato è il notaio.

 

Indicazioni operative relative alla gestione del registro delle imprese.