CERTIFICATO DI ORIGINE

È un documento che attesta esclusivamente l'origine delle merci esportate in via definitiva. Viene utilizzato, per esigenze commerciali e doganali, nei rapporti tra Unione Europea e i paesi esterni ad essa. Nei rapporti commerciali intracomunitari, invece, è sufficiente la fattura di vendita delle merci.

L'interessato si deve rivolgere alla Camera di Commercio della provincia in cui si trova la sede dell'attività, se si tratta di impresa individuale, o la sede legale o unità operativa, se si tratta di società. L'interessato può ottenere il rilascio di un certificato di origine, oltre che dalla Camera di Commercio della propria provincia, anche da un'altra Camera di Commercio, a ciò autorizzata dalla Camera competente per territorio.

I formulari dei certificati d'origine vengono distribuiti gratuitamente dalle Camere di Commercio su delega di Unioncamere. Sono provvisti di un codice identificativo alfanumerico che ne assicura l'assegnazione nominativa e ne facilita la rintracciabilità.

È possibile rilasciare un solo originale per spedizione.

Per ottenere il rilascio di un certificato di origine la ditta esportatrice dovrà presentare alla Camera di Commercio il modello che comprende:

  • l'originale del certificato;
  • una o più copie di colore giallo (una delle quali rimarrà agli atti della Camera di Commercio);
  • la domanda, timbrata dalla ditta e sottoscritta dal titolare o legale rappresentante. Alla domanda va allegata la documentazione necessaria, diversa a seconda che le merci siano di origine italiana oppure di origine estera.

Diritti di segreteria

  • Rilascio dell'originale del certificato d'origine: 5,00 euro.
  • Rilascio copie del certificato d'origine: 5,00 euro.

Modulistica