Categoria 3 bis

OBBLIGO D'ISCRIZIONE ALL'ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI

A seguito dell'entrata in vigore del Decreto 8 marzo 2010, n. 65 del Ministero dell'Ambiente del Territorio e del Mare, le attività di raccolta e trasporto dei Raee domestici sono effettuate previa iscrizione in un'apposita sezione dell'Albo nazionale gestori ambientali di cui all'articolo 212 del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152.

L'obbligo dell'iscrizione riguarda le attività di raccolta e trasporto dei RAEE domestici e professionali.

1. RAEE DOMESTICI
Distributori

Ai fini dell'iscrizione i distributori presentano alla sezione regionale o provinciale dell'Albo territorialmente competente una comunicazione con la quale attestano sotto la propria responsabilità, ai sensi dell'articolo 21 della legge 7 agosto 1990, n. 241:
a) la sede dell'impresa;
b) l'indirizzo del punto vendita presso il quale sono raggruppati i Raee in attesa del trasporto;
c) nei casi in cui il raggruppamento di cui all'articolo 1 sia effettuato in luogo diverso dai locali del punto di vendita, l'indirizzo del luogo presso il quale sono raggruppati i Raee in attesa del trasporto, il nominativo o ragione sociale del proprietario dell'area e il titolo giuridico in base al quale avviene l'utilizzo dell'area stessa;
d) le tipologie di Raee raggruppati, con l'indicazione dei relativi codici dell'elenco dei rifiuti di cui all'allegato D alla parte quarta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;
e) la rispondenza ai requisiti di cui all'articolo 1, comma 2, lettera c) del luogo dove i Raee sono raggruppati;
f) gli estremi identificativi e l'idoneità tecnica degli eventuali mezzi da utilizzare per il trasporto dei Raee;
g) il versamento del diritto annuale di iscrizione di cui al comma 4.

Trasportatori
Ai fini dell'iscrizione per le attività di trasporto di cui all'articolo 2 i terzi che agiscono in nome dei distributori presentano alla sezione regionale o provinciale dell'Albo territorialmente competente una comunicazione con la quale attestano sotto la propria responsabilità, ai sensi dell'articolo 21 della legge n. 241 del 1990:
a) la sede dell'impresa;
b) gli estremi del distributore per conto del quale si effettua il trasporto e l'indirizzo del punto vendita o del diverso luogo presso il quale sono raggruppati i Raee in attesa del trasporto;
c) le tipologie di Raee trasportati, con l'indicazione dei relativi codici dell'elenco dei rifiuti di cui all'allegato D alla parte quarta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;
d) gli estremi identificativi e l'idoneità tecnica dei mezzi da utilizzare per il trasporto dei Raee;
e) il versamento del diritto annuale di iscrizione di cui al comma 4.

Installatori e centri di assistenza
Le disposizioni di cui all'articolo 1, commi 2 e 3, all'articolo 2, commi 1, lettere a), c) e d), 2 e 4, e all'articolo 3 del decreto 8 marzo 2010 n. 65 si applicano anche al ritiro di Raee provenienti dai nuclei domestici effettuato dagli installatori e dai gestori dei centri di assistenza tecnica di Aee nello svolgimento della propria attività, limitatamente alle seguenti fattispecie:
a) raggruppamento dei Raee ritirati presso i locali del proprio esercizio;
b) trasporto dei Raee con mezzi propri presso i centri di raccolta di cui all'articolo 6, comma 1, del decreto legislativo n. 151 del 2005 dal domicilio del cliente o dalla sede del proprio esercizio.
La provenienza domestica dei Raee conferiti dagli installatori e dai gestori dei centri di assistenza tecnica ai centri di raccolta di cui all'articolo 6, comma 1, del decreto legislativo n. 151 del 2005 è attestata da un documento di autocertificazione redatto ai sensi dell'articolo 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n.445 e sottoscritto dall'installatore o dal gestore del centro di assistenza. Tale documento è redatto in conformità al modello di cui all'allegati III ed è consegnato all'addetto del centro di raccolta, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore.

L'iscrizione deve essere rinnovata ogni cinque anni ed è subordinata alla corresponsione di un diritto annuale di iscrizione pari a 50 euro, rideterminabile ai sensi dell'articolo 21 del decreto del Ministro dell'Ambiente 28 aprile 1998, n. 406.
L'impresa è tenuta a comunicare ogni variazione intervenuta successivamente all'iscrizione.

2. RAEE PROFESSIONALI
L'obbligo d'iscrizione all'Albo vale anche per:

  • i distributori, in proprio o tramite terzi che agiscono in nome loro, di Aee professionali formalmente incaricati dai produttori di tali apparecchiature di provvedere al ritiro dei Raee, definiti come professionali dal decreto legislativo n. 151 del 2005, nell'ambito dell'organizzazione di un sistema di raccolta di cui all'articolo 6, comma 3, del decreto legislativo n. 151 del 2005,
  • installatori e dai gestori dei centri di assistenza tecnica di Aee formalmente incaricati dai produttori di tali apparecchiature di provvedere al ritiro nell'ambito dell'organizzazione di un sistema di raccolta di cui all'articolo 6, comma 3, del decreto legislativo n. 151 del 2005, limitatamente alle seguenti fattispecie:
    a) raggruppamento dei Raee ritirati presso i locali del proprio esercizio;
    b) trasporto dei Raee con mezzi propri presso gli impianti autorizzati indicati dai produttori di Aee dal domicilio dell'utente professionale o dalla sede del proprio esercizio.

DOVE PRESENTARE LA DOMANDA DI ISCRIZIONE, DI VARIAZIONE O DI CANCELLAZIONE DALL'ALBO

Per le imprese con sede legale dell'attività nella Regione Calabria la domanda dovrà essere presentata:

MODULISTICA E PAGAMENTI PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE

  • modello di iscrizione compilato e sottoscritto con firma semplice dal titolare dell'impresa individuale o dai legali rappresentanti della società unitamente alle fotocopie dei documenti d'identità in corso di validità. Per la trasmissione telematica delle pratiche il bollo e i diritti di segreteria, pari ad € 10,00, devono  essere pagati secondo le procedure telematiche
  • Solo per i cittadini extracomunitari copia del permesso di soggiorno in corso di validità del legale rappresentante con dichiarazione sostitutiva di atto notorio di conformità all'originale.

DICHIARAZIONI AI SENSI DELL'ART. 85 DEL D.LGS 159/2005 (Codice antimafia)

1.    Autocertificazione antimafia A Modello di dichiarazione da utilizzarsi in sede di iscrizione e di rinnovo dell'iscrizione attestante la presenza dei soggetti di cui all'art. 85 del Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 159

2.    Autocertificazione antimafia B Modello di dichiarazione da utilizzarsi in sede di rinnovo e di variazione dell'iscrizione dei soggetti di cui all'art. 85 del Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 159

COSTI E MODALITA' DI PAGAMENTO

Diritto annuale

Deve essere pagato al momento dell'iscrizione e poi ogni anno entro il 30 aprile.

L'importo da versare è di Euro 50,00 da effettuarsi telematicamente.

L'importo può essere cumulato ad ulteriori pagamenti di diritto annuale per altre categorie.

Nel caso di richiesta di cancellazione dall'Albo l'impresa è comunque tenuta al pagamento del diritto annuale per l'anno in corso.

Al momento dell’iscrizione il diritto annuale dovuto è calcolato in dodicesimi

Diritti di segreteria

Tipo Pagamento Bollettino Postale Bonifico Bancario Carta di Credito MAV Bancario Elettronico "On Demand" Telemaco Pay IConto Bollettino Postale Agenzia delle Entrate
Diritti di segreteria NO NO NO SI no
Bolli su procedimento NO NO SI NO SI no
Diritti annui di Iscrizione no no NO SI no
Bolli su provvedimento no no SI NO SI no
Tassa di Conc. Governativa no no no no no no si

Dal 1 luglio 2008, in base al decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 16 giugno 2008, gli importi sono cambiati e risultano i seguenti:

Iscrizione:

  • Società di persone, società di capitali, consorzi, Imprese individuali e Soggetti R.E.A. Euro 10,00
  • Cooperative Sociali Euro 5,00

Variazione:

  • Società di persone, società di capitali, consorzi, Imprese individuali e Soggetti R.E.A. Euro 10,00
  • Cooperative Sociali Euro 5,00

Cancellazione dall'Albo:
Non è dovuto il pagamento del diritto di segreteria

Tassa di concessione governativa

Il rilascio del provvedimento di iscrizione comporta il pagamento della Tassa di Concessione Governativa

L'importo è di Euro 168,00 da versare su conto corrente postale 8003, tramite bollettino a tre sezioni o su fac-simile disponibile presso gli uffici postali (codice tariffa: 8617) intestato ad Agenzia delle Entrate - Centro Operativo di Pescara.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:

Modulistica