Variazioni

1. Le imprese e gli enti sono tenuti a comunicare  alla sezione regionale o provinciale competente ogni atto o fatto che comporti modifica dell’iscrizione all’Albo entro trenta giorni dal suo verificarsi. La sezione regionale o provinciale delibera sulla comunicazione di variazione.

2. Nel caso di variazione per incremento della dotazione dei veicoli, le imprese, ai fini dell’immediata utilizzazione dei veicoli stessi, allegano alla comunicazione di variazione una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, secondo il modello approvato con deliberazione del Comitato nazionale.

3. In deroga a quanto previsto al comma 1, le variazioni effettuate al registro delle imprese o al repertorio economico amministrativo relative alle variazioni della ragione sociale, della sede legale, degli organi sociali, delle trasformazioni societarie e delle cancellazioni si intendono effettuate anche alla sezione regionale competente e sono trasmesse d’ufficio per via telematica dal registro delle imprese o dal repertorio economico amministrativo alla sezione regionale stessa che provvede entro 30 giorni a recepire le modifiche dandone comunicazione alle imprese o agli enti interessati.

4. In caso di trasferimento della sede legale nel territorio di competenza di altra sezione regionale rispetto a quella che ha provveduto all’iscrizione, la domanda di variazione è presentata alla sezione dell’Albo nel cui territorio nel territorio di competenza di altra sezione regionale rispetto a quella che ha provveduto all’iscrizione, la domanda di variazione è presentata alla sezione dell’Albo nel cui territorio di competenza la sede è trasferita. Quest’ultima provvede alla variazione ell’iscrizione dandone comunicazione alla sezione di provenienza che procede alla cancellazione dell’impresa dal proprio elenco. Considerato che la variazione di sede legale viene comunicata dall’impresa anche al Registro delle Imprese, il Comitato nazionale ha ritenuto che la notizia del trasferimento in esame, data dal soggetto interessato tramite PEC alla Sezione regionale nel cui territorio di competenza la sede è trasferita, possa tenere luogo della suddetta domanda di variazione dell’iscrizione.

Le imprese che effettuano le variazioni continuano ad operare sulla base del provvedimento d’iscrizione in loro possesso fino alla delibera di variazione della sezione regionale

FUSIONE PER INCORPORAZIONE, SCISSIONE, CONFERIMENTO D'AZIENDA, CESSIONE DI RAMO D'AZIENDA DI UN'IMPRESA GIA' ISCRITTA ALL'ALBO GESTORI AMBIENTALI IN UN' IMPRESA NON ISCRITTA, DONAZIONE

Nei casi di variazioni dell’iscrizione all’Albo che prevedono il trasferimento dell’iscrizione stessa ad altro soggetto giuridico, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, fusioni, incorporazioni, scissioni, donazioni, cessioni d’azienda o di ramo d’azienda, conferimenti, l’impresa cui viene trasferita l’iscrizione, entro trenta giorni dalla data di efficacia della variazione, deve darne comunicazione tramite PEC alla Sezione regionale competente presentando la dichiarazione di cui all’allegato “A”, corredata, ove necessario, dall’appendice alla polizza fideiussoria già prestata riportante gli estremi della variazione intervenuta. La Sezione regionale rilascia la ricevuta di cui all’allegato “B”, che deve accompagnare il provvedimento d’iscrizione in corso di validità affinché l’impresa possa giovarsi di quanto disposto dall’articolo 18, comma 5, del D.M. 120/2014. In difetto l’attività non può essere proseguita.

2. Entro sessanta giorni dalla ricezione della comunicazione di cui al comma 1 la Sezione regionale conclude l’istruttoria e delibera sull’accoglimento o sul rigetto della stessa, dandone comunicazione all’impresa.

3. Il termine di cui al comma 2 può essere interrotto, per non più di una volta, se risulti necessario acquisire ulteriori elementi oppure se la documentazione presentata a corredo della comunicazione non sia completa, e ricomincia a decorrere dal momento in cui pervengono alla Sezione regionale gli elementi e la documentazione richiesti.

4. Qualora l’impresa non provveda all’invio di quanto previsto al comma 3 entro il termine di trenta giorni dal ricevimento della richiesta della Sezione regionale, la Sezione stessa delibera l’avvio del procedimento disciplinare di cui all’articolo 21 del decreto 3 giugno 2014, n. 120. ( Delibera del Comitato Nazionale dell’Albo n. 07/2014)

MODULISTICA E PAGAMENTI PER LA DOMANDA DI VARIAZIONE O DI CANCELLAZIONE DALL'ALBO

CATEGORIE 2 BIS E 3 BIS

  • modello di variazione con apposta marca da bollo da Euro 16,00 compilato e sottoscritto con firma semplice dal titolare o dai legali rappresentanti allegando fotocopia dei documenti di identità in corso di validità. Per la trasmissione telematica delle pratiche il bollo dve  essere pagato secondo le procedure telematiche
  • l'attestazione originale dell'avvenuto pagamento del diritto di segreteria di Euro 10,00 (per le cooperative sociali Euro 5,00 in quanto gli importi sono ridotti del 50%) con bollettino postale a tre sezioni, su conto corrente postale n. 16356883, con vaglia postale ordinario, con assegno circolare, intestato a Camera di Commercio di Catanzaro - Albo Gestori Ambientali. Per la trasmissione telematica delle pratiche i diritti di segreteria devono  essere pagati secondo le procedure telematiche
  • Per le cancellazioni dall'Albo non è previsto il pagamento del diritto di segreteria.