GAS FLUORURATI

A seguito della pubblicazione sulla G.U del comunicato del Ministero dell’Ambiente del Territorio e del Mare  è operativo il Registro telematico  nazionale  delle  persone  e delle imprese  certificate,  istituito  ai  sensi  dell'art.  13  del decreto 27 gennaio 2012, n. 43, presso il Ministero  dell'ambiente  e della tutela del territorio e del mare  e  gestito  dalle  camere  di commercio.

A partire dall’ 11 febbraio del 2013, data di entrata in vigore del Registro, chiunque intenda svolgere le attività, deve preventivamente iscriversi al Registro.

Il Registro è costituito dalle seguenti sezioni:

a) Sezione degli organismi di certificazione di cui all’articolo 5, nonché degli organismi di valutazione della conformità e di attestazione di cui all’articolo 7;

b) Sezione delle persone e delle imprese in possesso di un certificato provvisorio in base all’articolo 10;

c) Sezione delle persone e delle imprese certificate ai sensi dell’articolo 9, commi 1 e 5;

d) Sezione delle persone che hanno ottenuto l'attestato in base all’articolo 9, comma 3;

e) Sezione delle persone che non sono soggette ad obbligo di certificazione in base alle deroghe o esenzioni previste rispettivamente dagli articoli 11 e 12;

f) Sezione delle persone e delle imprese che hanno ottenuto la certificazione in un altro Stato membro e che hanno trasmesso copia del proprio certificato ai sensi dell’articolo 14.

g) Elenco dei soggetti che sono tenuti alla sola iscrizione senza obbligo di certificazione(sezione non definita dal DPR

Al registro si devono iscrivere, entro 60 giorni dalla sua istituzione e comunque prima di iniziare l’attività: ad obblighi

  1. le imprese che svolgono le seguenti attività:
    - (Art. 8.2.a ) - installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore contenenti gas fluorurati ad effetto serra;
    - (Art. 8.2.b ) - installazione, manutenzione o riparazione di impianti fissi di protezione antincendio e di estintori contenenti gas fluorurati ad effetto serra;
    - (Art. 8.2.c ) - recupero di gas fluorurati ad effetto serra dai commutatori ad alta tensione;
    - (Art. 8.2.d ) - recupero di solventi a base di gas fluorurati ad effetto serra dalle apparecchiature che li contengono;
    - (Art. 8.2.e ) - recupero di gas fluorurati ad effetto serra dagli impianti di condizionamento d’aria dei veicoli a motore.

    Le imprese:
    - si iscrivono al registro entro 60 giorni dall’istituzione;
    - comunicano i nominativi delle persone che intendono impiegare;
    - se possiedono i requisiti, insieme all’iscrizione, chiedono il certificato provvisorio
    - viene rilasciato dalla CCIAA entro 30 giorni dalla richiesta
    - vale 6 mesi dalla data di rilascio;
    - devono disporre del certificato allo scadere del provvisorio;
    - gli organismi NON possono rilasciare certificati:
    - a imprese non iscritte;
    - a imprese che impiegano personale non iscritto oppure iscritto e non certificato

  2. le persone che svolgono le seguenti l’attività:
    - (Art. 8.1.a ) - Chi svolge attività di controllo, recupero, installazione, manutenzione o riparazione apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore che contengono gas fluorurati ad effetto serra:
    - (Art. 8.1.b ) Chi svolge attività di controllo, recupero installazione, manutenzione o riparazione su impianti fissi di protezione antincendio che contengono gas fluorurati ad effetto serra:
    - (Art. 8.1.c ) addetti al recupero di gas fluorurati ad effetto serra dai commutatori ad alta tensione;
    - (Art. 8.1.d ) addetti al recupero di solventi a base di gas fluorurati ad effetto serra dalle apparecchiature che li contengono;
    - (Art. 8.1.e ) addetti al recupero di gas fluorurati ad effetto serra dagli impianti di condizionamento d’aria dei veicoli a motore, che rientrano nel campo d’applicazione della direttiva 2006/40/CE (solo autoveicoli)
    Le persone :
    - devono iscriversi al registro entro 60 giorni dall’istituzione;
    - se possiedono i requisiti, insieme all’iscrizione, chiedono il certificato provvisorio
    - viene rilasciato dalla CCIAA entro 30 giorni dalla richiesta
    - vale 6 mesi dalla data di rilascio;
    - devono disporre del certificato allo scadere del provvisorio;
    - possono sostenere gli esami e partecipare ai corsi in attesa dell’iscrizione;
    - gli organismi NON possono rilasciare certificati e attestati a persone non iscritte
  3. gli organismi di certificazione, accreditati da Accredia per la certificazione di persone ed imprese e designati dal Ministero, devono iscriversi alla specifica sezione del registro
  4. gli organismi di valutazione della conformità, accreditati da Accredia perl’erogazione di corsi di formazione al personale

ALTRE ISTANZE

  • Deroghe transitorie (Art. 11) e esenzioni (art. 12)
  • Le persone che possiedono i requisiti dichiarano per via telematica alla Camera di Commercio competente di avvalersi di una delle deroghe o delle esenzioni previste dalla legge con dichiarazione sostitutiva attestante che il richiedente è in possesso del requisito necessario al rilascio della deroga temporanea o all’esenzione.
  • Riconoscimento dei certificati delle persone e delle imprese rilasciati in un altro Stato membro (art. 14)
  • Le persone e le imprese in possesso di un certificato rilasciato in un altro Stato membro trasmettono copia del certificato, allegando ad esso la traduzione giurata in lingua italiana, alla Camera di Commercio nella cui circoscrizione territoriale la persona è domiciliata o l’impresa svolge prevalentemente la propria attività, che provvede ad includerli nel Registro

    L’individuazione dei soggetti tenuti agli adempimenti è legata alla verifica di aspetti quali:
    - le apparecchiature / sistemi contengono GAS fluorurati ad effetto serra (HFC, PFC e SF6)
    - la quantità di gas contenuta nell’impianto
    - le attività svolte rientrano nel campo di applicazione

  • Gli HFC costituiscono il gruppo più comune di gas fluorurati. Trovano impiego in vari settori e applicazioni, ad esempio come refrigeranti negli impianti di refrigerazione e di condizionamento dell’aria e nelle pompe di calore, come agenti espandenti per schiume, come agenti estinguenti in sistemi antincendio, propellenti per aerosol e solventi.
  • I PFC sono di norma usati nel settore dell’elettronica (ad esempio per la pulizia al plasma di wafer di silicio) e nell’industria cosmetica e farmaceutica (estrazione di prodotti naturali come nutraceutici e aromi), ma in misura minore anche negli impianti di refrigerazione come sostitutivi dei CFC – spesso in combinazione con altri gas. In passato i PFC venivano utilizzati come agenti estinguenti e possono ancora trovarsi nei sistemi di protezione antincendio più vecchi.
  • L’SF6 viene usato principalmente come gas di isolamento e di spegnimento d’arco in apparecchi di manovra (commutatori) di alta tensione e come gas di protezione nella produzione di magnesio e alluminio.

La domanda di iscrizione deve essere presentata esclusivamente per via telematica con firma digitale apposta al momento dell’invio dal legale rappresentante dell’impresa o dalla persona oppure da soggetto terzo (p.es Associazione di categoria, professionista ecc) a seguito di procura in carta semplice tramite il portale https://scrivania.fgas.it.

PAGAMENTO DIRITTI SEGRETERIA E BOLLO

Impresa e persona, al momento della presentazione della pratica, dovranno Versare:

Diritti di segreteria per le

- Persone  pari a euro 13,00,

- per le imprese pari a euro 21,00

- in caso di esenzioni e deroghe pari a euro 13,00

l’imposta di bollo pari a 14.62 euro.

I pagamenti andranno effettuati tramite Telemaco Pay

 

Per qualsiasi ulteriore informazione, invitiamo a consultare il sito http://www.fgas.it/.