BREVETTI

cuscinetto a sferaIn attuazione dell’art. 1 c. 851 della legge finanziaria 2007 ( legge 27 dicembre 2006 n. 296), con Decreto 2 aprile 2007 Ministero dello Sviluppo Economico sono stati determinati, a decorrere dall’anno 2007, i diritti (tabelle A) e B) allegate al suddetto decreto) dovuti relativamente al deposito e per il mantenimento in vita di brevetti d’invenzione, modelli di utilità e disegni e modelli (ex modelli ornamentali) e più precisamente:

a) dal quinto anno di vita per il brevetto per invenzione industriale;

b) dal secondo quinquennio di vita per il brevetto per modello di utilità;

c) dal secondo quinquennio di vita per la registrazione di disegno o modello.

Per le scadenze successive alla pima il pagamento deve essere effettuato anticipatamente, prima dell’inizio dell’anno o del quinquennio di riferimento, entro l’ultimo giorno utile del mese corrispondente a quello in cui  è stata depositata la domanda.

Il D.M. 27/06/08 ha introdotto alcune novità relativamente alla domanda di registrazione di brevetto per invenzione industriale.

Poiché l’art.1 del citato DM prevede che l’esame della domanda di brevetto per invenzione industriale sia preceduto dalla ricerca di anteriorità effettuata dall’Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO) per conto dell’UIBM, alla domanda stessa , dovrà essere allegata una traduzione in lingua inglese delle rivendicazioni o, versata la somma di euro 200,00 (oltre i diritti di deposito).

Pertanto, a norma  del suddetto decreto, la documentazione allegata alla domanda di brevetto industriale prevede cinque documenti autonomi: riassunto, descrizione, rivendicazioni, traduzione inglese delle rivendicazioni, disegni.

L’Ufficio Brevetti svolge le seguenti funzioni:

- ricezione di domande di proprietà industriale relative a:

  • Brevetti per invenzione industriale
  • Brevetti per modelli di utilità industriale
  • Brevetti per disegni e modelli
  • Registrazione dei marchi d’impresa e loro rinnovazione
  • registrazione internazionale dei marchi e loro rinnovazione
  • traduzione del testo e delle rivendicazioni del brevetto europeo

- ricezione di ogni altro atto contenente modificazioni della domanda originaria:

  • trascrizioni dell’atto di modifica della titolarità del marchio (cessioni totali o parziali, successioni ereditarie, licenze, ecc.)
  • annotazioni in caso di cambiamenti che non modificano i diritti relativi al brevetto (cambio ragione sociale e/o natura giuridica, cambio di indirizzo, ecc.)
  • ricorsi contro i provvedimenti di rigetto delle domande
  • istanze varie (correzioni, integrazioni, ritiro, ecc.)
  • scioglimento riserve nel caso di presentazione non in contemporanea della documentazione iniziale

- ricezione delle attestazioni di pagamento delle tasse di brevetto:

  • annualità per le invenzioni industriali
  • rate quinquennali per i modelli di utilità e disegni e modelli

Nell’ambito delle attività sopra elencate l’Ufficio Brevetti:

  • informa e supporta l’utenza nell’espletamento delle formalità necessarie per la presentazione delle domande e delle eventuali modifiche relative;
  • cura l’aggiornamento della Banca Dati Nazionale dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi con il sistema SIMBA;
  • effettua ricerche di anteriorità attraverso la consultazione della banca dati nazionale relativamente a brevetti e marchi depositati dal 1° gennaio 1980;
  • effettua la consultazione in quanto Centro PIP
  • cura la consegna degli attestati dei brevetti rilasciati dall’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi – ROMA
  • rilascia informazioni per il deposito di brevetti europei ed internazionali e marchi comunitari.