Organismo di Composizione della Crisi da sovraindebitamento (OCC)

Organismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento (OCC)

 

Con PDG del Ministero della Giustizia del 30/07/2018 è stato iscritto al n. 173 del Registro tenuto dallo stesso Ministero, l’Organismo per la Composizione delle Crisi da sovraindebitamento della Camera di Commercio di Catanzaro (OCC).

L’Organismo è un ente terzo, imparziale e indipendente al quale ciascun debitore, tra quelli legittimati, può rivolgersi al fine di far fronte all’esposizione debitoria con i propri creditori.

I soggetti sovraindebitati che non possono utilizzare le normali procedure concorsuali, e che quindi sono esposti alle azioni esecutive promosse individualmente dai creditori possono provare a risolvere la crisi da sovraindebitamento e cercare di ottenere l’esdebitazione.

La Legge n. 3/2012 qualifica il sovraindebitamento come “una situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte”, e determina la rilevante difficoltà di adempiere le proprie obbligazioni, ovvero la definitiva incapacità di adempiere regolarmente.

I soggetti legittimati ad accedere alla procedura di sovraindebitamento sono:

  1. Consumatore;
  2. imprenditore agricolo;
  3. c.d. start up innovative;
  4. imprenditore non soggetti né assoggettabili a procedure concorsuali ex Regio Decreto 16 marzo 1942, n. 267 (Legge fallimentare);
  5. imprenditore cessato;
  6. socio illimitatamente responsabile;
  7. professionisti, artisti e altri lavoratori autonomi;
  8. società professionali ex L. 183/2011;
  9. associazioni professionali o studi professionali associati;
  10. società semplici costituite per l'esercizio delle attività professionali;
  11. enti privati non commerciali.

Non possono accedere alla procedura di sovraindebitamento i seguenti soggetti:

  1. L'imprenditore soggetto ad altre procedure concorsuali;
  2. chi, nei 5 anni precedenti, ha già fatto ricorso ad una procedura per sovraindebitamento;
  3. chi ha subito provvedimenti di revoca, risoluzione o annullamento dell'accordo di ristrutturazione o del piano del consumatore;
  4. chi presenta una documentazione incompleta o insufficiente a ricostruire la situazione economica.

La procedura si avvia con ricevimento da parte della Segreteria dell’OCC di una domanda e, valutato il rispetto dei presupposti normativi, con la nomina da parte del Referente; a seguito di esame della documentazione prodotta il Referente nomina un professionista-Gestore della crisi che assisterà il debitore nella ristrutturazione dei debiti e conseguente soddisfazione dei crediti.

Il debitore, eventualmente con l’assistenza di un consulente di fiducia e sotto il controllo del Tribunale, può alternativamente:

  1. formulare una proposta di accordo con il creditore;
  2. proporre – se riveste la qualifica di consumatore – un piano di ristrutturazione dei debiti;
  3. chiedere la liquidazione del patrimonio.

Modalità di presentazione

La domanda in marca da bollo da € 16,00, utilizzando l’apposito modulo pubblicato, da presentare direttamente allo sportello o per raccomandata A.R., deve essere corredata da copia di un documento di identità e di attestazione di un versamento di €. 200,00 oltre IVA (244,00 IVA inclusa) specificando la causale “acconto OCC”.

I pagamenti alla Camera di Commercio potranno essere eseguiti utilizzando esclusivamente carte di credito/debito, bancomat o il sistema PagoPA.

Per i pagamenti spontanei verso la Camera di Commercio di Catanzaro, clicca QUI

Il debitore può rivolgersi esclusivamente agli organismi aventi sede nel circondario del Tribunale del luogo di residenza o sede del debitore stesso.

Oltre l’acconto forfettario di cui sopra l’istante dovrò fornire tutta la documentazione che consente di ricostruire compiutamente la situazione economica e patrimoniale.

Il compenso all’OCC è stabilito in base ai parametri inseriti nel documento Criteri per la determinazione dei compensi, cui il Gestore incaricato deve fare riferimento fornendo al debitore un preventivo di massima, approvato dal referente sul costo del procedimento.

 

Normativa

  • Legge 27/01/2012, n. 3
  • D.M. 24/09/2014 n. 202

Documentazione Organismo

  • Decreto PDG di iscrizione
  • Decreto PDG - nuove iscrizioni
  • Regolamento
  • Criteri per la determinazione dei compensi
  • Elenco Gestori della crisi aggiornato
  • Codice di autodisciplina
  • Informativa privacy

Modulistica

  1. Istanza di avvio imprenditori ed altri soggetti
  2. Istanza di avvio consumatori
Galleria Foto
Contatti

Organismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento

Unità organizzativa
Organismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento
Indirizzo
Via Menniti Ippolito, n. 16
Telefono
0961.888271
PEC
cameradicommercio@cz.legalmail.camcom.it
Note

Responsabile: 0961.888253

Ultima modifica: Martedì 6 Aprile 2021